Axa SA (CS.PA), grande compagnia assicurativa francese quotata in euro. Analisi e dati.

 

A fine marzo 2018 analizziamo questo titolo in quanto presenta spunti interessanti.

 

Specifichiamo che abbiamo già in portafoglio questo titolo da molti anni e che valutiamo di incrementare le posizioni. Come ovvio, questa analisi non costituisce sollecitazione al pubblico risparmio, bensì mere analisi ed opinioni.

 

Il titolo Axa  in questi giorni quota circa 20 euro, per una capitalizzazione complessiva di circa 50 miliardi di euro.

Quest'ultimo dato è rappresentato dal prezzo per il numero complessivo di azioni e indica anche il prezzo complessivo qualora volessimo acquistarla tutta: la pagheremmo circa 50 miliardi di euro.

Vediamo a questo prezzo cosa ci offre. Innanzitutto un fatturato di circa 130 miliardi, balza subito che il fatturato e' più di due volte e mezzo il prezzo dell'impresa e quindi è un dato molto positivo.

 

A quanto ammontano gli utili netti? Gli utili dell'azienda complessivi e al netto delle imposte pagate dall'azienda ammontano a quasi 6 miliardi. A mio avviso tale valore rapportato al prezzo dell'azienda di 50 miliardi  che ammonta a circa il 12% è un ottimo valore. In pratica una cosa che paghi 50 ti rende netto 6 miliardi (una parte di questi 6 miliardi verranno elargiti ai soci attraverso i dividendi e sui quali si pagano le imposte come privati, in Italia il 26%).

Il rapporto è ottimo, il rapporto invece utile netto su vendite ovvero 6 su 130 è di circa il 4,5% un valore a nostro avviso non proprio entusiasmante.

Quest'ultimo dato significa che nonostante gli importanti utili il margine sulle vendite non è alto e che quindi qualche imprevisto, quale qualche costo straordinario, potrebbe influenzare negativamente sul rendimento. Altro dato negativo è rappresentato dai debiti totali per circa 46 miliardi, ma la prossima considerazione attenuerà drasticamente tale aspetto.

 

Vediamo ora un dato stupefacente: l'azienda possiede liquidità per circa 25 miliardi ciò significa che quello che paghi 50 contiene al suo interno già 25 di sola liquidità. 

 

Sui media è notizia che Axa utilizzerà parte di questa liquidità, per l'acquisizione di un'altra azienda del settore assicurativo americano per un valore di circa 12 miliardi: la XL Group.

 

A ns avviso questa acquisizione costata in totale solo 2 anni di utili netti, indipendentemente dalla redditività, non costituisce un particolare rischio.

 

Ricapitolando Axa costa ca 50 miliardi di euro, è quotata in euro (quindi non costituisce un rischio per gli investitori italiani/europei), ha generato ca 6 miliardi netti di utili, ovvero circa il 12% di rendimento e nonostante i debiti per circa 46 miliardi ha in cassa come liquidità 25 miliardi  che utilizzerà in parte per acquistare un competitor che gli permetterà migliori economie di scala e di aumentare il fatturato e forse la redditività.

 

Una nota circa il settore in cui opera Axa, il settore delle assicurazioni è un settore "old economy", è un settore stabile con grosse barriera all'ingresso. I clienti, soprattutto le grosse aziende, preferiscono essere assicurati con società note, solvibili e di cui hanno fiducia. E' difficile pensare a grossi stravolgimenti nel prossimo futuro.

 

Il giudizio è in definitiva altamente positivo a questi prezzi (per un investimento di lungo termine) e lo sarà ancora di più nelle fasi di ribasso dei prezzi, più il titolo scende e più gli utili diventano in proporzione alti sul prezzo di acquisto.

 

 

Se acquisti uno dei nostri corsi o prodotti, come ad esempio il corso di Trading a Capitale Garantito, i ricavi saranno investiti anche in questo titolo, per le motivazioni sopra.

Commenti: 0